May 152017
 
Se non agiamo in una condizione divina allora dobbiamo agire nelle grinfie di Maya

Srimad Bhagavatan 6.1.44 — Los Angeles, 25 luglio 1975 Chiunque abbia questo corpo materiale non può fermarsi neanche per un attimo di lavorare a qualcosa. Na hy akarma-kṛt (SB 6.1.44), questa è la natura. Deve fare. Proprio come un bambino. Il bambino è sempre inquieto. Allo stesso modo, “Il bambino è il padre dell’uomo”. Uno […more]

May 072017
 
Siamo giunti in questo mondo materiale con gran spirito di godimento. Per questo siamo caduti

Bhagavad Gita 1.21-22 — Londra, 18 luglio 1973 Krishna è indicato qui come Acyuta. Cyuta significa caduto, e acyuta significa non caduto. Proprio come noi siamo caduti, siamo anime condizionate cadute. Siamo venuti in questo mondo materiale con uno spirito di godimento. Siamo caduti per questo. Se si mantiene la propria posizione rettamente, non si […more]

May 072017
 
Non abbandonate il canto e Krishna vi proteggerà

Srimad Bhagavatan 6.1.28-29 — Filadelfia, 13 luglio 1975 Ajāmila, da giovane, a causa della compagnia di una prostituta, perse il suo buon carattere e cominciò a mantenere una prostituta rubando e imbrogliando le persone. Così, per errore, o per via dell’età, si affezionò alla prostituta. Krishna stava guardando, pertanto gli diede questa opportunità che, a […more]

May 072017
 
Vera perfezione dello Yoga significa stabilire la mente ai piedi di loto di Krishna

Srimad Bhagavatan 6.1.21 — Chicago, 5 luglio 1975 Quali sono le qualità di un brāhmaṇa? L’avete sentito molte volte: śamo damaḥ satyaṁ śaucam ārjavaṁ titikṣā, jñānaṁ vijñānam āstikyaṁ brahma-karma svabhāva-jam (BG 18.42). Dovrebbero essere sviluppate queste qualità, prima di tutto: śama; śama significa posizione mentale in equilibrio, una mente che non è mai disturbata. Ci […more]

May 072017
 
Possiamo avere un assaggio della conoscenza della verità assoluta

Srimad Bhagavatan 7.6.20-23 — Washington D.C., 3 luglio 1976 Prabhupāda: Quindi questo Devī-dhāma è controllato dall’energia più potente, Durga. Sṛṣṭi-sthiti-pralaya-sādhana-śaktir eka (Bs 5.44). Ma lei agisce come chāyeva, l’ombra della Persona Suprema. Questo è anche sintetizzato nella Bhagavad-gītā: mayādhyakṣeṇa prakṛtiḥ sūyate sa-carācaram hetunānena kaunteya jagad viparivartate mayādhyakṣeṇa prakṛtiḥ sūyate sa-carācaram hetunānena kaunteya jagad viparivartate (BG […more]

May 072017
 
Non potete diventare felici in un luogo inteso per la sofferenza

Srimad Bhagavatan 6.1.19 — Denver, 2 luglio 1975 Questo è il profitto della persona cosciente di Krishna. Krishna è così attraente che, se qualcuno solo una volta ha applicato completamente la sua mente nel pensare e ad arrendersi a Krishna, allora diventa subito salvato da tutte le miserabili condizioni di vita materiale. Questa è la […more]

Apr 212017
 
Il più grande contributo alla società è la conoscenza

Srimad Bhagavatan 6.1.17 — Denver, 30 giugno 1975 Nitāi: “In questo mondo materiale, seguire il percorso dei puri devoti che sono ben educati e completamente dotati di qualifiche di prima classe, -poché hanno pienamente aderito al servizio di Nārāyaṇa come fosse la loro vita e anima- è certamente la cosa più propizia, senza alcun timore, […more]

Apr 212017
 
Più sviluppate la vostra coscienza e più diventate amanti della libertà

Srimad Bhagavatan 2.4.2 — Los Angeles, 26 giugno 1972 Virūḍhāṁ mamatām (SB 2.4.2). Virūḍhām. Proprio come alcuni grandi alberi che avete visto, che stanno retti per tanti, tanti anni. La radice si trattiene saldamente; l’avete visto, ne avete esperienza. L’impegno è quello di stare ritto per 10.000 anni, la radice fissata alla terra come nient’altro, […more]

Apr 212017
 
Cosa c'è di sbagliato se divento un cane

Srimad Bhagavatan 6.1.12 — Los Angeles, 25 giugno 1975 Si raccomanda adhayo, vyādhayaḥ (SB 6.1.12). Ci sono tre tipi di condizione miserabile -per tutti, non per una persona in particolare- adhyātmika, adhibhautika, adhidaivika. E non appena si ottiene questo corpo materiale, si dovrà soffrire. Quindi, se si vuole fermare questa sofferenza, allora si deve vivere […more]

Apr 212017
 
L'attaccamento alla famiglia è il più grande impedimento all'avanzamento nella Coscienza di Krishna

Srimad Bhagavatan 7.6.8 — New Vrindaban, 24 giugno 1976 Prabhupāda: In generale, la gente diventa troppo attaccata alla vita familiare. A volte dico che nei Paesi occidentali, ai giovani ragazzi che vengono alla coscienza di Krishna, che la loro unica grande risorsa è che non sono attaccati alla famiglia. Questa è veramente una buona qualifica. […more]